fbpx
L’importanza del cruise control

L’importanza del cruise control

Quando percorriamo strade a velocità costante, uno strumento interessante ed importante da utilizzare è ovviamente il cruise control.

 

All’interno di questo articolo cercheremo di comprendere di cosa si tratti e come è realizzato. 

  • Cos’è il cruise control?
  • Cruise control: come funziona
  • Il cruise control adattivo
  • Cruise control: è sicuro?
  • Cruise control in città o autostrada 
  • La manutenzione del cruise control 
Pulsanti cruise control

Cos’è il cruise control?

Come abbiamo detto prima, il cruise control è un strumento che permette di regolare la velocità della propria vettura ad un determinato livello di velocità.

 

La velocità non cambia per tutto il tempo in cui il cruise control rimane in funzione. Il cruise control è perfetto per trasferte in autostrada in quanto, se quest’ultima è libera, possiamo impostare i nostri 125 km orari e percorrere tutta l’autostrada senza dover tenere premuto il pedale dell’acceleratore per tutto il tempo.

 

In pratica permette di mantenere la vettura a velocità costante riducendo i consumi ed evitando distrazioni che possono portare a un aumento della velocità. Eviteremo delle multe perché la nostra vettura è stata pizzicata oltre i limiti di velocità per distrazione.

 

Cruise control: come funziona

Tecnicamente il cruise control è un dispositivo elettronico che permette di impostare una velocità per la propria vettura. Sulle razze del volante sono presenti alcuni comandi che permettono appunto  di eseguire tale operazione. 

 

Un pulsante definito SET consente di attivare il cruise control. Esistono vicini a SET, due pulsanti “+” e “-”, con i quali possiamo accelerare e decelerare senza dover premere il pedale dell’acceleratore o del freno. Nell’eventualità in cui decidessimo o avessimo bisogno  di rallentare ovviamente possiamo frenare e, come conseguenza, la vettura escluderà l’intervento del cruise control e decelererà la vettura. 

Il cruise control non ha una struttura universale per cui  ogni singola casa automobilistica può predisporre altri pulsanti per far riprendere la velocità originariamente impostata con il cruise control. Il nostro consiglio è quello di visionare singolarmente il libretto d’istruzione della nostra autovettura.

Guida al volante

Il cruise control adattivo

Nel corso degli anni è stata introdotta un’evoluzione del cruise control “puro”. Tale progresso è anche molto ingegnoso e attento alla sicurezza stradale. 

 

Il cruise control era stato progettato per mantenere costante la velocità, ma non era stato realizzato con la capacità di modificare la velocità in funzione  della vettura che ci precede. 

 

Se impostiamo il cruise control a 100 km orari in autostrada e la vettura che ci precede frena improvvisamente, siccome la velocità della nostra vettura non varia, se non siamo rapidi nel frenare, corriamo un forte rischio di incidente. 

 

Proprio per tale motivo è stato realizzato il cruise control adattivo ovvero un sistema che, interfacciandosi con una serie di sensori, comprende la variazione di velocità della vettura che ci precede. 

 

Se possiamo scegliere tra acquistare una vettura con il cruise control adattivo e una con il cruise control “puro”, ovviamente il consiglio è di optare per una vettura con cruise control adattivo. In questo modo possiamo mantenere una situazione di relax alla guida evitando,  nello stesso tempo e nella maggioranza dei casi,  di collidere con la vettura che ci precede in caso di improvvise riduzioni  di velocità.

 

Cruise control: è sicuro?

La sicurezza del cruise control è ovviamente ai massimi livelli. Nel corso degli anni le case automobilistiche hanno perfezionato questo strumento che permette di adattare la velocità della vettura alle situazioni di traffico e di guidare in modo più  rilassante. 

 

Ovviamente il consiglio è di usare il cruise control in modo corretto. Dobbiamo comunque sempre rimanere attenti a ciò che precede la vettura. Questo dispositivo, in pratica, è una deroga alla pressione del pedale dell’acceleratore per tutto il tempo. 

 

L’attenzione sempre alta è fondamentale per la sicurezza di tutti. Il cruise control è in qualche modo legato al concetto di guida autonoma. Negli ultimi anni le case automotive stanno provando i sistemi più evoluti di guida autonoma, ovvero quei sistemi che permettono di mantenere la vettura in carreggiata in modo autonomo. 

 

Nelle vetture più evolute inoltre è possibile anche effettuare delle variazioni di traiettoria se la vettura non riesce a fermarsi improvvisamente in modo repentino. Questi livelli di sicurezza sono molto elevati ma non tutte le automobili ne sono dotate.

Attivazione cruise control

L’utilizzo in città o autostrada

Come abbiamo detto precedentemente esso viene utilizzato normalmente in autostrada e difficilmente in città. Le auto più moderne, però, sono caratterizzate dalla funzione Stop&Start. Si tratta di una funzione che permette di rallentare la vettura e di riprendere in automatico la marcia non appena il veicolo che ci precede torna a mettersi in moto. 

 

In questo modo quindi non si attiva un cruise control “puro”, ma una sorta di cruise control adattivo che permette di mantenere sempre vigile la nostra vettura nei confronti dell’auto che ci precede e di conservare quindi una situazione di movimento apprezzabile.

 

La manutenzione

Essendo quest’ultimo un dispositivo elettronico, non ha bisogno di una forma di manutenzione  tipo la classica sostituzione di una lampadina. 

 

Ogni volta che portiamo la nostra vettura in un centro autorizzato per effettuare un tagliando, possiamo chiaramente chiedere di effettuare un controllo a tutto il sistema informatico della vettura al fine di avere la sicurezza che anche il cruise control non abbia problematiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Superiore