fbpx
Come riparare la carrozzeria danneggiata dell’auto?

Come riparare la carrozzeria danneggiata dell’auto?

All’interno di questo articolo, vediamo come risolvere qualche piccolo inconveniente sulla carrozzeria, in modo fai da te.

 

  • Utilizzo dell’acqua calda
  • La ventosa
  • Dall’interno
  • Stuccatura, carteggiatura e riparazione

 

Guidare ogni giorno e affrontare il mondo esterno, pone sempre dei rischi per la nostra carrozzeria. Basta semplicemente un parcheggio stretto, oppure una grandinata, per creare dei problemi concreti alla nostra auto. In alcuni casi, è possibile risolvere in autonomia il tutto. In altri casi, invece, dobbiamo rivolgerci ai professionisti. In questo articolo vedremo come risolvere, in modo amatoriale, le piccole ammaccature.

acqua calda carrozzeria auto

Utilizzo dell’acqua calda 

Prima di utilizzare strumenti complicati e quant’altro, utilizziamo un vecchissimo trucco. Stiamo parlando del tentativo di utilizzare l’acqua calda. Sul web si vedono moltissimi video che parlano di questo aspetto. Esso è fondamentale per un trattamento successivo. Utilizziamo, però, acqua bollente e incrociamo le dita. 

Se siamo fortunati, il metallo della carrozzeria si piega e tornerà nella forma originale. Questo trucco funziona perché il calore dell’acqua calda è sufficiente per ripristinare la carrozzeria originale. Chiaramente non sempre funziona e non dappertutto. Se abbiamo preso un piccolo bozzo sulla parte posteriore, in questo caso potrebbe funzionare. Esso funziona, infatti, soprattutto dove c’è molto volume della carrozzeria.

ventosa auto

La ventosa 

Dopo aver provato ad utilizzare l’acqua bollente senza aver ottenuto un buon risultato, chiaramente dovremmo cambiare metodo impiegando delle ventose. Tutto questo, ovviamente, se la misura del danno permette l’utilizzo di una ventosa. L’ammaccatura quindi deve essere abbastanza grande, della dimensione almeno di qualche centimetro. Non dimentichiamo ovviamente di utilizzare acqua calda bollente. 

 

Dopo aver fissato la ventosa, andremo a tirare con delicatezza, ma con decisione. Molto spesso questa situazione permette di risolvere la maggioranza degli urti sulla carrozzeria. Ammaccature estese e poco profonde, sono perfettamente rimediabili con questa tecnica. Nell’eventualità che avessimo dei difetti più piccoli, dobbiamo utilizzare uno strumento più piccolo. In questo caso, possiamo utilizzare anche delle piccole ventose che possiamo trovare sempre on-line. 

 

Non dimentichiamo ovviamente di acquistare prodotti di qualità. Il loro prezzo superiore, permette però una maggiore resa qualitativa del lavoro. Cerchiamo quindi di non comprare ventose economiche, in quanto potrebbero non essere praticamente utili. 

 

Dall’interno 

Nell’eventualità che l’utilizzo dell’acqua bollente e delle ventose non abbiano dato esito positivo, dobbiamo lavorare in altro modo. L’ammaccatura in questo caso deve essere spinta dall’interno e non tirata dall’esterno. 

 

Per questo lavoro ovviamente serve molta manualità. Chi possiede una buona manualità e conosce l’autovettura, può procedere in tal senso. Tutti coloro che non sono abili nei lavoretti manuali, è bene che portino l’auto presso un carrozziere. 

 

Tecnicamente deve essere smontato il pezzo dell’auto coinvolto nel difetto, come, ad esempio, la parte interna della portiera. Non dimentichiamo anche di dover eliminare la pellicola di plastica, posizionata dentro la portiera, che ovviamente deve essere riattaccata successivamente. 

 

Non appena vediamo l’ammaccatura, dobbiamo procedere a riscaldarla. Non possiamo ovviamente utilizzare l’acqua bollente dall’interno, ma possiamo utilizzare un phon. Questo phon è bene che sia posizionato a 15 cm e che sia di una qualità professionale da carrozzeria. Non appena abbiamo scaldato abbastanza il metallo, procediamo con dei piccoli colpi con un martello di gomma. Ovviamente questo procedimento deve essere realizzato dall’interno della carrozzeria, al fine di far ritornare il tutto come in origine. 

Il consiglio è quello di lavorare con dei movimenti circolari, per avere dei risultati migliori. Sicuramente non sarà un lavoro di pochi minuti, ma il risultato dovrebbe essere molto buono.

stuccare auto

Stuccatura, carteggiatura e riparazione

Nell’eventualità l’ammaccatura non possa essere riparata con i metodi appena illustrati, ecco che il problema si complica. Per riparare il tutto dovremmo andare a stuccare, oltre che carteggiare e riparare meccanicamente la parte danneggiata. Stiamo però entrando in un ambito di professionalità che difficilmente un amatore riuscirà a realizzare. 

 

I problemi non sono tanto nella riparazione, quanto successivamente nella verniciatura. Qualcuno potrebbe avere una buona manualità, ma probabilmente non ha i sistemi di verniciatura professionali per autovetture. Ecco quindi, come in questi casi, il suggerimento sia quello di contattare un professionista. 

 

Se sei nell’area di Como, o comunque del nord Italia, il consiglio è di affidarsi a Car Specialist. Stiamo parlando di uno dei più importanti player Automotive del nord Italia. Car Specialist ha inoltre un’efficiente officina e centro riparazione con area verniciatura. In questo modo, sarai sicuro che la tua auto tornerà perfettamente come era in origine. 

Riparare una vettura potrebbe apparire semplice, ma in realtà è molto complicato, proprio per la complessità di gestione di parti complesse e caratterizzate da nervature già presenti all’interno della carrozzeria. Ultimamente le auto sono dotate di dettagli stilistici molto complessi, che difficilmente un amatore riesce a ripristinare come in origine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Superiore