fbpx
Serve una centralina auto aggiuntiva?

Serve una centralina auto aggiuntiva?

L’elettronica di un autovettura passa anche attraverso e soprattutto le centraline elettroniche. Non esiste un’unica centralina elettronica ma ne esistono diverse. In alcuni casi è consigliato installare una centralina aggiuntiva auto per scopi ben precisi.

Gli appassionati del mondo dei motori sanno benissimo come, in alcuni casi, sia consigliato installare una centralina aggiuntiva auto. In questo articolo vedremo i pro e i contro. 

Lungo l’articolo vedremo:

  • A cosa serve una centralina aggiuntiva;
  • Quali sono le centraline aggiuntive utilizzabili;
  • Conviene la centralina aggiuntiva?;
  • I costi.
tecnico auto

A cosa serve una centralina aggiuntiva

Tecnicamente una centralina elettronica va a lavorare sul segnale che viene trasmesso dal sensore. Esistono diversi tipologie di sensori in una vettura e quindi esistono diverse tipologie di centraline aggiuntive. 

A seconda di dove viene collegato il sensore, l’utilità della centralina cambia. Stiamo parlando quindi di una scelta soggettiva anche se nella stragrande maggioranza dei casi il sensore in esame è il cosiddetto sensore di pressione Rail. 

Quasi tutte le centraline che vengono installate in una vettura infatti sono collegate a tale sensore. L’utilità di installare una centralina elettronica è quello di attenuare il segnale trasmesso dal sensore. In questo modo è possibile obbligare la centralina motore a ripristinare la perdita di equilibrio. 

Se quindi il sensore in esame, ovvero quello della pressione Rail, grazie ad una centralina aggiuntiva vede attenuare il dato che invia alla centralina motore, quest’ultima aumenterà la pressione di conseguenza.

super car

Quali sono le centraline aggiuntive utilizzabili 

Ovviamente la tecnologia si evolve e si evolvono anche i trend del mercato. 

 

Esistono diverse tipologie di centraline aggiuntive anche se quelle ormai in disuso sono quelle analogiche. Tecnicamente, per gli appassionati, possiamo dire che sono quelle simili a resistenze munite di connettori. In questo caso la tecnologia è superata in quanto sono molto semplici. L’efficacia in particolare è scarsa e sicuramente è sprecato installare sull’auto una centralina aggiuntiva di questa natura. 

 

Normalmente infatti vengono installate centraline digitali capaci di equilibrare ed elaborare un segnale tramite un processore. In questo modo, definendo e programmando la centralina, possiamo realizzare un settaggio molto più preciso. I moduli infatti possono essere attrezzati inoltre con un trimmer di regolazione interno che può essere in parte modificato dall’utente. Questi moduli quindi hanno una parte programmata dall’azienda costruttrice ed una parte modificabile dall’utente finale. 

 

Esistono anche centraline di fascia alta dove i moduli sono completamente programmabili. A differenza di quelli appena introdotti, questi ultimi hanno un software di emulazione che permette all’utente di regolare il tutto secondo le proprie caratteristiche ed interessi. Una buona parte dei parametri spesso espressi dalla macchina, possono essere modificati e quindi la regolazione è totalmente personalizzabile. 

 

Come abbiamo visto esiste una fascia base, ormai superata, oltre la quale troviamo una fascia media, molto utilizzata dalle persone. Solo coloro che vogliono il massimo dalla propria autovettura e poter gestire in prima persona i parametri, allora si rivolgono alla fascia più alta.

centralina auto

Conviene la centralina aggiuntiva?

Molto spesso gli appassionati si dividono sull’utilizzo sensato o meno di queste centraline aggiuntive. 

 

Essendo un discorso di elettronica, moltissimo dipende da due fattori fondamentalmente, ovvero la qualità della centralina aggiuntiva e la vettura che abbiamo in esame. 

 

Se installiamo infatti una centralina aggiuntiva di scarsa qualità, possono esserci importanti problemi alla nostra auto. Se inoltre la nostra auto ha statisticamente avuto problematiche con centraline aggiuntive, va da sé che non conviene installarla. 

 

Precisiamo inoltre che una centralina aggiuntiva è semplicemente un circuito elettronico che è finalizzato a modificare un segnale. Non si cerca quindi di snaturare la vettura nella propria completezza, ma di modificarne la potenza. Per questo motivo non ci sono problemi di garanzia ufficiale dell’auto e può essere spostata in caso di acquisto di una seconda vettura. Se infatti decidiamo di cambiare auto, possiamo attaccare la centralina aggiuntiva ed installarla in una nuova vettura. 

 

Come abbiamo detto dipende dalla vettura che abbiamo in esame. Il consiglio è di appoggiarsi a qualcuno che è altamente esperto. Non tutte le vetture e non tutte le forme di alimentazione presenti all’interno del mondo Automotive sono in linea con l’aggiunta di una centralina aggiuntiva. 

 

Un altro aspetto da considerare è legato al fatto che le centraline aggiuntive effettuano in modo indiretto un aumento di potenza, il quale però è assolutamente inferiore rispetto a un intervento di rimappatura. Rimappare una centralina infatti permette di acquisire molta più potenza anche se è totalmente illegale se la vettura è su strada. 

 

Tornando al discorso di prima, l’installazione di una centralina di bassa qualità può portare anche a una perdita di efficienza e pregiudicare l’impianto elettrico dell’auto. 

 

Attenzione inoltre a non esagerare troppo con le modifiche ai parametri in quanto la centralina motore potrebbe entrare in una situazione di recovery se osserva dei parametri particolari. Tale situazione recovery rimane all’interno della memoria della centralina e potrebbe essere successivamente letta da esperti ai quali ovviamente dovremo dar conto dell’aggiunta della centralina aggiuntiva. 

 

Ricordiamo infine che non esiste semplicemente e solamente l’aumento di potenza, ma possiamo andare a modificare alcuni parametri come ad esempio:

  • l’iniezione;
  • il limitatore di pressione;
  • la pressione del turbo;
  • il limitatore di coppia;
  • molto altro. 

 

Sviluppare una rimappatura della centralina permette d’altra parte una modifica di almeno 40 o 50 parametri che devono essere ovviamente modificati in modo sincrono e non singolarmente.

Conta giri auto

I costi

Per quel che riguarda i prezzi esistono di varie tipologie, dai meno costosi ai più costosi. Il nostro consiglio è chiaramente osservare il consiglio di un professionista il quale ci saprà indicare per la nostra tipologia di auto e per la nostra lamentela, la situazione ottimale. 

 

Evitiamo quindi in questo caso l’acquisto di prodotti stock nei grandi magazzini o addirittura online, in quanto ogni autovettura e ogni conducente ha infatti un’esigenza particolare che solo la mano dell’esperto può declinare nel concreto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Superiore