fbpx
Le scadenze dell’auto

Le scadenze dell’auto

Ogni automobilista sa che esistono una serie di scadenze per la propria auto. All’interno di questo articolo, vedremo quali siano queste scadenze al fine di non dimenticarle.

  • Scadenza bollo 
  • La scadenza della revisione 
  • Il tagliando auto
  • Il cambio gomme 
  • Auto usate Como
bollo auto

Scadenza bollo

La prima e principale scadenza è sicuramente il bollo. Stiamo parlando di un’imposta che deve essere pagata una volta all’anno. 

 

Ogni auto iscritta al Pubblico Registro Automobilistico, deve pagare il bollo. La scadenza di questa imposta è fissata normalmente in aprile, agosto e dicembre. Attenzione però che il pagamento può essere realizzato entro il mese successivo a quello della scadenza. 

 

Se abbiamo acquistato un’auto nuova, dobbiamo pagare il bollo entro l’ultimo giorno del mese di immatricolazione. Se abbiamo quindi acquistato una vettura il 4 di marzo, dobbiamo effettuare il pagamento entro l’ultimo giorno di marzo. 

 

Il valore del bollo può cambiare notevolmente. L’imposta è variabile in quanto si calcola sulla potenza effettiva dell’auto (espressa in kw) e sulla classe ambientale. Per essere assolutamente sicuri di non sbagliare nei calcoli, consigliamo il collegamento con il sito dell’Agenzia delle Entrate. In esso troveremo un servizio che, grazie all’inserimento di alcuni dati semplici come il numero di targa e tipologia di mezzo, ci permetterà di avere la cifra esatta da pagare. 

 

Le modalità di pagamento sono molto semplici: presso uno sportello postale, oppure anche nei tabaccai convenzionati. Non dimentichiamo neanche che le delegazioni ACI sono abilitate a ricevere il pagamento del bollo. 

 

Molte banche permettono inoltre di effettuare il pagamento tramite home banking, in modo più smart, veloce e immediato. 

Coloro che non pagano il bollo, vanno incontro ovviamente a una penale. Quest’ultima può variare, a seconda del periodo che intercorre tra il momento del pagamento e la scadenza del bollo. Nei casi più gravi, ci può essere anche un vero e proprio salasso.

revisione auto

La scadenza della revisione 

La seconda grande scadenza è quella legata alla revisione. Quando acquistiamo un’auto, dobbiamo considerare che la nostra amata auto dovrà essere controllata periodicamente, al fine di garantire la sicurezza stradale. 

 

La revisione deve essere fatta, in modo obbligatorio, dopo quattro anni dalla prima immatricolazione e successivamente ogni due. In termini di scadenza di mese, dobbiamo ricordarci che deve essere corrisposta entro il mese dell’ultima revisione, oppure rispetto al mese di rilascio della carta di circolazione. 

 

Se, ad esempio, abbiamo acquistato un’auto nel 2019, la prima revisione deve essere fatta nel 2023, nel mese coincidente con il rilascio della carta di circolazione. 

 

La revisione è un controllo con la finalità di accertare la piena efficienza dell’auto. Attenzione a non confondere la revisione con il tagliando. Quest’ultimo è infatti una normale manutenzione ordinaria dell’auto. La revisione invece osserva la bontà e l’efficienza:

  • dell’impianto frenante
  • dei fari 
  • dell’impianto elettrico 
  • dello stato dei pneumatici 
  • dei gas di scarico
  • della carrozzeria e telaio. 

 

La revisione ha un costo decisamente basso ed inferiore ai €100. 

 

Nel caso fossimo fermati dalle forze dell’ordine e sorpresi senza revisione effettuata, la multa può essere compresa tra i €170 e quasi €700. Nel caso in cui venissimo sorpresi più di una volta senza revisione, le forze dell’ordine possono impedirci di utilizzare l’auto con un divieto di circolazione fino a revisione effettuata. 

 

Il tagliando auto 

La terza grande scadenza è quella del tagliando auto. L’abbiamo appena accennata, ma ora ne parliamo con maggior dettaglio. 

 

Come tutti noi possiamo immaginare, l’auto va incontro a un deperimento nel corso della sua durata e del suo utilizzo. Il motore viene utilizzato e, come tutte le parti meccaniche, è soggetto a deterioramento. 

 

A seconda della tipologia di alimentazione, esistono vari controlli che devono essere effettuati nel corso della vita dell’auto. Dobbiamo controllare i vari liquidi e il loro eventuale esaurimento o impoverimento qualitativo. L’esempio più semplice è il cambio dell’olio, che deve essere effettuato ogni 20 o 30.000 km.

Se abbiamo un auto con GPL, dobbiamo ricordarci con molta attenzione di dover cambiare i filtri del GPL. 

 

Ogni auto ovviamente è diversa dall’altra, ma ci sono alcuni aspetti comuni che devono essere controllati durante il tagliando. Essi sono:

  • liquidi 
  • filtri 
  • impianto frenante 
  • cinghie

Durante il tagliando si osserva, ad esempio, lo stato di salute delle pastiglie, ma anche dei dischi. 

 

A seconda della tipologia di alimentazione, l’intervallo che deve intercorrere tra un tagliando e l’altro può cambiare decisamente. In alcuni casi, soprattutto per i veicoli commerciali, le case automobilistiche hanno realizzato dei tagliandi molto lunghi, ovvero con un’importante chilometraggio tra un controllo e l’altro. 

 

Il nostro consiglio, comunque, è quello di non cercare di evitare il tagliando, in quanto è un aspetto legato alla sicurezza per tutti noi. Viaggiare infatti con un auto che utilizza un olio, oppure un filtro, datato e di bassa performance, è sicuramente un danno all’automobile. 

 

Per scoprire quando dobbiamo effettuare il tagliando, il consiglio è quello di visionare il libretto d’istruzioni e di manutenzione della nostra auto.

cambio gomme

Il cambio gomme 

La quarta scadenza che dobbiamo ricordarci è quella legata alle gomme. Ovviamente la sicurezza dei pneumatici è al primo posto. 

 

Normalmente il consiglio è quello di sostituire i pneumatici ogni 4 anni, oppure dopo un chilometraggio di circa 60000 km. In tal modo la sicurezza stradale nostra, e di tutti coloro che ci circondano, è garantita. 

 

Dipende molto anche dalla qualità dei pneumatici. Se acquistiamo pneumatici Premium, molto probabilmente possiamo tenerli anche per un chilometraggio leggermente superiore. 

 

Il rischio di un controllo troppo blando, o comunque troppo dilazionato nel tempo, è di avere dei pneumatici assolutamente duri durante la percorrenza. Più un pneumatico è di buona qualità e morbido, maggiore è la capacità di effettuare frenate in uno spazio breve. In questo modo riusciremo ad evitare collisioni o incidenti con altre auto. 

 

Auto usate Como 

Se siamo alla ricerca di autovetture usate, nella zona di Como, il consiglio è quello di visitare Car Specialist. 

 

La priorità per tutti noi, è di individuare un’auto ottimale per le nostre esigenze. Car Specialist, esperta di auto usate, ci permette di ottenere una garanzia totale sulle auto usate. Quando acquistiamo un’auto usata, non sappiamo mai bene chi l’ha guidata precedentemente, e se ha effettuato dei controlli e una manutenzione adeguata. 

 

Car Specialist riesce a garantire l’eccellenza qualitativa di ogni singola auto usata in vendita. Anche nella fase di post vendita, Car Specialist è un vero e proprio punto di riferimento sul lato della manutenzione grazie alla partnership con officine del territorio.

 

Scopri tutti i nostri servizi a tua disposizione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Superiore