fbpx
Trasportare cani e gatti: consigli per viaggiare in sicurezza

In Italia esistono milioni di appassionati e amanti degli animali. Vedremo come sia possibile trasportare cani e gatti nel modo più sicuro possibile e contemporaneamente rispettare le norme del Codice della Strada.

Trasportare cani e gatti è diventato sempre più un’esigenza. Per tutelare questi ultimi è attentamente regolato il Codice della Strada il quale prevede tutta una serie di norme per il loro trasporto a bordo delle nostre autovetture. Lungo l’articolo vedremo:

  • Il rispetto del Codice della Strada;
  • Abituare progressivamente cani e gatti;
  • Il problema del surriscaldamento dell’auto;
  • Cibo e soste: due alleati preziosi;
  • La sicurezza a bordo.
Cane in auto

Il rispetto del Codice della Strada

Non esiste una tipologia unica di motivazione per trasportare cani e gatti. Può essere un trasporto di pochi chilometri, oppure può essere il classico trasporto durante le vacanze estive. Ad ogni modo, anche per un solo chilometro o anche poche centinaia di metri, non è possibile trasportare un cane o un gatto senza rispettare le norme del Codice della Strada. Quest’ultimo infatti non prevede una diversa gestione dell’animale a seconda della lunghezza del tragitto. 

 

Ricordiamoci sempre che i nostri amati animali non amano particolarmente l’auto e soffrono rimanere fermi per lunghi tragitti. Loro sono abituati a vivere in natura, mentre rimanere all’interno di un abitacolo di un’auto, possiamo dire sia una limitazione al movimento. Per questo motivo se percorriamo lunghi tragitti, ricordiamoci sempre di fermarci spesso e di fornire a loro acqua. Facciamoli fare anche una piccola passeggiata in modo da avere il nostro amato fido e micio sempre in ottima salute.

Trasportare cani e gatti: consigli per viaggiare in sicurezza

Abituare progressivamente cani e gatti

Il consiglio primario che ci sentiamo di dare è quello di abituarli progressivamente. Se abbiamo un cucciolo di cane o gatto, il consiglio è quello di portarlo immediatamente sull’auto. Abituiamolo in modo progressivo a rimanere a bordo dell’autovettura. In questo modo, nel momento in cui dovessimo trasportarlo per un lungo tratto di autostrada, sarà già abituato a rimanere in auto. 

 

Se invece non abbiamo un cucciolo e abbiamo ad esempio adottato un cane dal canile già a una età avanzata, cerchiamo sempre di portarlo a bordo non il giorno del viaggio. Se siamo in procinto di effettuare le vacanze, iniziamo qualche settimana prima a fare dei brevi tratti col nostro adorato cane o gatto e progressivamente allungare la permanenza in auto. 

 

Il consiglio è quello di non fare il primo viaggio di debutto per una percorrenza lunga. Dovremmo cercare di far salire il cane all’interno dell’auto e mantenere l’auto ferma a motore spento. Posizioniamo ad esempio delle crocchette sulla vettura in modo tale che sarà invogliato a salire sulla vettura. Dovremo cercare anche una situazione a lui consona nel caso decidessimo di posizionarlo nel bagagliaio.

 

Essendo un luogo diverso dalla sua abitazione, deve adattarsi e conoscere quel territorio come suo. Cerchiamo quindi di trasformare un’area dell’autovettura in una sua piccola cuccia. Posizioniamo quindi in un’area con un telo a lui già noto, in modo tale che lo riconoscerà e si sentirà a suo agio. Possiamo portare anche un piccolo giocattolo in modo da rilassarlo e fargli trascorrere il tempo più serenamente. 

Il problema del surriscaldamento dell’auto

Ricordiamoci sempre che le autovetture, durante il tragitto estivo in particolare, si scaldano rapidamente e che i cani soffrono le alte temperature. Valutiamo sempre quindi se è il caso di portare il cane ed averlo con noi durante le vacanze estive oppure affidarlo ad amici o parenti in modo da evitare lo stress del tragitto. 

Ovviamente cerchiamo sempre di trasportarlo in una situazione di comfort climatico nella vettura. Assicuriamoci quindi, prima di effettuare un viaggio insieme al nostro cane, che il sistema di climatizzazione sia efficiente. Nel caso in cui tale aspetto non lo fosse, possiamo recarci presso un autofficina e sistemare tale aspetto.

gatto auto

Cibo e soste: due alleati preziosi

Oltre a evitare di effettuare tragitti autostradali con il cane a temperature elevate, ricordiamoci sempre di non esagerare eccessivamente con il cibo. Non dobbiamo mai cibare il nostro amato fido o micio in modo importante prima del viaggio. Manteniamolo leggero nell’alimentazione con poche e piccole crocchette. La nausea è sovente nei cani ed è quindi consigliato rifocillarlo al termine del tragitto. Non dimentichiamo però di dargli sempre acqua: su questo aspetto non vi sono limiti. 

Le soste sono molto importanti e permettono al cane di rilassarsi e uscire dalla vettura. Usciamo chiaramente prima noi e non appena abbiamo ottenuto una situazione di sicurezza, all’interno di una piazzola di sosta di un’area autostradale, facciamo scendere il cane ovviamente al guinzaglio. Non possiamo mai lasciare il cane libero senza guinzaglio in quanto cercherà subito di correre: questo potrebbe essere pericoloso nei confronti degli automobilisti e ovviamente della salute del cane.

Autostrada

La sicurezza a bordo nel trasportare cani e gatti

Ritornati a bordo della vettura cerchiamo sempre di ricordarci di allacciare le cinture non solo noi, ma anche al cane. Tenere il cane libero mentre si guida è un aspetto proibito dal Codice della Strada e che bisogna ricordarsi ogni volta. 

 

Esistono infatti delle cinture di sicurezza, così come dei trasportini o delle gabbie. Questi ultimi permettono di limitare eventuali inserimenti del cane o gatto, durante la guida, all’interno dell’abitacolo. In caso di incidente inoltre, questi sistemi permettono di salvaguardare la salute del cane in modo da averlo sempre in salute con noi. 

L’ultimo consiglio può essere quasi superfluo, ma è consigliato in quanto permette al nostro amico a quattro zampe di essere quanto più sereno rispetto a un viaggio. Cerchiamo di programmare i viaggi anche in funzione del nostro amato cane o gatto. Dobbiamo considerarlo come un componente attivo della famiglia e non un giocattolo. Come noi abbiamo determinate esigenze, anche lui le ha. Per questo motivo cerchiamo di viaggiare in orari freschi e di fare diverse fermate, ovviamente in aree sicure. Fornendogli acqua e qualche croccantino, otterremo un viaggio assolutamente sereno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Superiore